Vai ai contenuti | Spostati sulla navigazione

Notizie

Festival Ciceroniano- edizione zero

Il 14 e 15 settembre il Parco Archeologico e Culturale di Tuscolo dedica una due giorni a Marco Tullio Cicerone. Un primo esperimento, l’edizione zero, di un festival dedicato alla figura, alle opere e al pensiero del grande oratore e al suo legame con il territorio tuscolano.

Il Tuscolano, oggi compreso nei limiti territoriali dei Comuni di Grottaferrata, Frascati e Monte Porzio Catone, viene infatti detto di Marco Tullio Cicerone, perché nel suo comprensorio l’arpinate aveva una sontuosa villa della quale andava orgoglioso e dove amava trascorrere lunghi periodi.
Sulla localizzazione di questa villa sono state avanzate molte ipotesi, tutte attendibili, ma per nessuna è stata trovata una documentazione che permettesse un’identificazione certa. Le stesse imponenti strutture che, all’interno del Parco Archeologico si affacciano sulla valle latina e oggi identificate come un santuario extra urbano, per lungo tempo sono state ritenute resti della famosa villa.
Certo è invece il forte legame di Cicerone con il territorio tuscolano dove scrisse le Tusculane disputationes in cui tratta delle conversazioni filosofiche tenute con gli amici nella zona del parco della villa, detta Accademia.

Questo edizione zero del Festival Ciceroniano nasce dalla collaborazione tra la Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, la Coop. Iperico – servizi per la cultura, l’Associazione Semintesta e l’Accademia Vivarium Novum.

Programma

SABATO 14
ore 10,30
Sui passi di Cicerone Archeo-trekking
Una passeggiata tra archeologia e letteratura con partenza dalla cinquecentesca Villa Falconieri – per tanto tempo ritenuta costruita sui resti della villa di Cicerone- fino al Parco Archeologico e Culturale di Tuscolo.
Lungo il percorso, un archeologo e un attore consentiranno ai partecipanti di conoscere la storia di Tusculum e del territorio attraverso le parole dello stesso Cicerone.

ore 17
Imperium. La trilogia di Cicerone
regia di Sergio Basile
Nello spettacolo liberamento tratto dal primo volume della trilogia di Robert Harris, Sergio Basile porta in scena i ragazzi delle scuole del territorio al termine di un laboratorio estivo di tecnica teatrale e scrittura scenica. Si tratta del lavoro conclusivo del progetto “Appuntamento a Tusculum” realizzato dalla Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini in collaborazione con l’Associazione Imprenditori di Sogni per avvicinare al teatro le giovani generazioni.

DOMENICA 15
ore 10

La città d’adozione
Un viaggio tra i resti dell’Antica Tusculum, città d’adozione di cicerone che qui aveva una delle sue dimore predilette

ore 17,00
TENEBRE – L'ultima disperata battaglia di Cicerone
presentazione del romanzo storico di Antonella Prenner.
L'autrice e la giornalista Rai Lorella Di Biase dialogheranno, intervallate dal reading di Orso Maria Guerrini.
Partendo dal romanzo storico scritto dalla Prenner e ambientato all’indomani dell’uccisione di Giulio Cesare, con Cicerone voce narrante che racconta la sua vita in un dialogo immaginario con la figlia Tullia, gli spettatori saranno condotti alla scoperta della vita e del pensiero del grande oratore.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Consigliata la prenotazione